home‎ > ‎Le attività culturali‎ > ‎Cinema‎ > ‎

la sposa turca

                           Stagione Teatrale di Prosa 2011-2012 del Comune di Voghera

CINEFORUM in collaborazione con la Cooperativa LiberaMente 
Centro Antiviolenza di Pavia

                               GIOVEDI 19 GENNAIO 2012 ORE 21  CIRCOLO “LO STANZONE” – SOMS

LA SPOSA TURCA

Titolo originale: Gegen Die Wand
Regia: Fatih Akin
Sceneggiatura: Fatih Akin
Fotografia: Rainer Klausmann
Musica: Klaus Maeck
Interpreti principali: Birol Unel, Sibel Kekilli, Catrin Striebeck
ORSO D’ORO AL FESTIVAL DI BERLINO 2004

Cahit e Sibel, due turchi emigrati in Germania, entrambi dopo l'esperienza di un tentativo di suicidio, decidono di sposarsi. Il matrimonio servirà alla ragazza come un espediente che le permetterà di allontanarsi dalla famiglia, rigidamente tradizionalista e moralista, permettendole di vivere come tutte le ragazze della sua età. Immancabilmente l'amore si interporrà tra i due, ma una tragedia li separerà nuovamente. Un film ruvido, tagliente come il collo spezzato di una bottiglia di birra.La figura dell’immigrato, il suo microcosmo quotidiano capace di estraniarsi dalla società che lo ospita, l’emancipazione femminile, il rifiuto di abbandonare le tradizioni ataviche delle proprie origini, sono i  temi del film

SEGUIRA’ DIBATTITO COL PUBBLICO


INGRESSSO GRATUITO




LiberaMente Cooperativa sociale onlus - Pavia
Percorsi di donne contro la violenza

La violenza contro le donne è uno spettro che si nutre del silenzio delle sue vittime. Una reale possibilità di uscita è spezzare il cerchio del silenzio e chiedere aiuto.

La Cooperativa LiberaMente, unico centro antiviolenza di Pavia e Provincia,  accoglie da anni donne e i loro figli che subiscono maltrattamenti ed abusi, condividendo con loro progetti di autonomia, protezione ed ospitalità se necessaria.  Questo in modo particolare nella casa rifugio ad indirizzo segreto ove figure professionali competenti accolgono le donne e i loro figli minori quando il livello di rischio di vita, l’emergenza  è grave.

Dal primo gennaio al 30 novembre 2011 il centro ha accolto e accompagnato nel percorso di allontanamento dalla violenza 233 donne, 140 italiane, 93 migranti.

L’attività principale del centro antiviolenza si caratterizza  per alcuni principali servizi, tutti gratuiti:

*L’accoglienza : un punto di riferimento per richieste che spaziano dall’ascolto, alla consulenza legale, ai colloqui individuali ad accompagnamenti  alla ricerca lavoro e al reinserimento lavorativo.

Ogni donna ha la possibilità di svolgere un esame realistico delle possibilità concrete di realizzazione dei propri obiettivi.

*Casa Rifugio e*Servizi a Minori “ La città nascosta”: servizi specifici per la violenza assistita .

La Cooperativa LiberaMente  fa parte dell’associazione nazionale D.I.R.E - Donne in rete contro la violenza-
Si impegna a contrastare ogni forma di violenza di genere, a promuovere attività legate al cambiamento culturale e alla prevenzione del fenomeno.


"Le statistiche dicono che una donna su tre vive come vivo io, in bilico. È vero, io sono un’equilibrista, sono stata addestrata a farlo, cammino su un filo, procedo attenta per evitare i passi falsi perché so che se sbaglio, se non presto attenzione, mi faccio male."

 

Comments