Tutta casa, letto e chiesa

STAGIONE DI PROSA "A PORTE APERTE"

MARTEDÌ 17 APRILE 2012 ORE 21

 

ASSOCIAZIONE CULTURALE VERBA MANENT
TUTTA CASA, LETTO E CHIESA

Di FRANCA RAME e DARIO FO


Con MARINA DE JULI

Regia di FRANCA RAME

 

Lo spettacolo si compone di monologhi comico-grotteschi sulla condizione femminile.

Nella prima parte:La donna sola” ci parla di una donna che vive all’interno della propria casa secondo i canoni offerti dalla TV, ma non ha la cosa più importante, la presenza del marito e la fiducia in sè stessa. Scopre una dirimpettaia che non aveva mai visto e le confida, in un narrare tragicomico, la sua vita. “Il risveglio” porta alla ribalta tutto l’universo di sentimenti ed emozioni represse a lungo dalla donna d’oggi, risucchiata dallo stress della vita quotidiana e dai ritmi che “il sesso debole” è costretto a tenere, diviso fra casa e lavoro.

La seconda parte dello spettacolo è dedicata all’argomento “sesso”. Se ne parla attraverso una esilarante lezione d’orgasmi e con un’antica giullarata dal titolo “La parpaja topola”piena d’umorismo, di poesia e con un’evidente morale.

Uno spettacolo tra il comico e il grottesco che si dipana fra un’ironia sapiente e uno slancio alla riflessione, all’impegno sociale, tra i tanti “perché” lasciati senza risposte. tutto visto con gli occhi delle donne che non hanno perso la capacità di ridere guardandosi allo specchio.


 

FRANCA RAME PRESENTA MARINA DE JULI

Per andare in scena con “Parliamo di donne, l’Eroina e Grasso è bello”, ascolto un centinaio di giovani. Ne scelgo alcuni, tra cui Marina De Juli, giovane attrice, alla quale affidiamo un ruolo di rilievo. […] Quando, dopo averla osservata interpretare altri ruoli nei nostri spettacoli, le ho proposto di mettere in scena “Tutta casa, letto e chiesa”, si è un po’ spaventata. “Ma io…” – “Forza Marina – ho insistito – ce la farai!” […] Il suo debutto con lo spettacolo è stato un successo! Ha recitato in teatri, nelle piazze, nelle scuole.  Ho visto questa pièce recitata da grandi attrici, in Italia, al National Theatre di Londra, in Scandinavia, a New York e in altre parti del mondo, ma pur non togliendo nulla alla bravura di quelle grandi interpreti, devo riconoscere che l’autenticità di Marina nel rappresentare i miei personaggi è stata raramente raggiunta. E’ un’occasione per voi vederla. Non perdetevela! Un bacio a tutti. Franca


DALLA RASSEGNA STAMPA

L’AltoAdige“Tutta casa, letto e chiesa”: Marina De Juli non fa rimpiangere Dario Fo e Franca Rame

… La De Juli, in tre brani, ha riproposto la maniera di Franca Rame, che è aggressiva, irruente, simile a un torrente di vitalità mettendoci di suo un temperamento focoso, generosissimo e un senso spiccato dell’umorismo. Ne “La Parpaja topola” invece, ha ripreso la tecnica di Fo che accoppia felicemente alla parola una mimica clamorosa, una gestualità prorompente… Quella della De Juli non è stata solo una felice prestazione teatrale ma anche un saggio da saltimbanco vecchia maniera…Uno spettacolo divertentissimo commentato dalle continue risate del pubblico.

 

La Prealpina – “Tutta casa, letto e chiesa”: E Marina incanta – L’applauditissima De Juli: Dario e Franca maestri di vita.

Appassionata e appassionante, quando calca il palcoscenico. Riesce a tirar fuori dal suo esile corpo un’energia contagiosa che le consente d’affrontare testi non proprio facili come quelli dei suoi maestri, Dario Fo e Franca Rame… con quel quid che in sala continuava a strappare applausi e risate a scena aperta.

 

La cronaca di Piacenza - "Tutta casa, letto e chiesa": Comica e grottesca, la donna

... Uno spettacolo comico-grottesco e allo stesso tempo geniale, sulla condizione della donna. Una finestra aperta sul suo modo di essere malinconica e disperata, maniaca e depressa, complessata e vamp. Una donna come tante donne. Una donna che è mille donne, in cui è facile riconoscersi e di cui è facile sentirsi sorelle.

 

 

 

Comments